slide 1 slide 2 slide 3

Orario Santa Messa

Feriale: ore 07.00

Festivo: ore 07.00 - 10.30 - 17.30

Buona Causa

Il Papa

VENDESI suolo Edificatorio mq 252 (Depressa) vicino alla villa, buon prezzo info: 347.5531973

Comunità in Festa

Valutazione attuale:  / 3
ScarsoOttimo 

LA COMUNITA’ DI DEPRESSA IN FESTA PER L’ELEZIONE E CONSACRAZIONE A VESCOVO DEL SUO FIGLIO MONS. LUIGI MARTELLA

AUGURI A DON LUIGI MARTELLA VESCOVO, PER UN SANTO MINISTERO NELLA DIOCESI DI MOLFETTA-RUVO-GIOVINAZZO-TERLIZZI

Nel giorno di S. Lucia dell’anno 2000, intorno a mezzogiorno l’unica campana superstite al rinnovo dell’apparato campanario di Depressa suona a festa: don Gino Martella, nato e cresciuto nella fede e ordinato prete nella piccola frazione di Tricase, è stato eletto vescovo di Molfetta - Ruvo-Giovinazzo - Terlizzi. E’ indescrivibile la gioia, l’emozione, la meraviglia che ha provato la gente di Depressa nell’apprendere questa lieta notizia dal parroco d. Flavio Ferraro. La domenica seguente d. Gino, spinto dalla voglia di condividere la sua gioia con la sua comunità di origine, ritorna tra la sua gente a Depressa e celebra la messa vespertina, ma al momento dell’omelia egli ritiene giusto raccontare all’assemblea i momenti e le emozioni provate in quegli attimi quando, agli inizi di Dicembre, il vescovo dell’arcidiocesi di Otranto, mons. Donato Negro, lo informa della sua elezione a vescovo. Durante quell’omelia proferita a fatica da d. Gino a causa della commozione, molte persone asciugavano lacrime di felicità per la promozione del nostro d. Gino. Ma qual è l’excursus biografico del futuro vescovo di Molfetta ?. Don Luigi Martella nasce a Depressa di Tricase il 9 Marzo 1948.e’ il sesto di dieci figli di una famiglia di agricoltori. Nel 1961 decide di seguire la vocazione, frequenta le scuole medie ed il ginnasio presso il Seminario Arcivescovile di Otranto. Continua gli studi nel Seminario di Molfetta prima, ed poi in quello di Treviso (qui approfondisce gli studi teologici).

Si specializza a Napoli e Roma. A Roma, nel 1997 ottiene il dottorato in Teologia Morale. Ordinato presbitero nel’77 diventa, nell’84, Rettore del santuario della "Madonna di Pompei" a Castro Marina (fino al ’94). Dall’82 è docente di Teologia Morale presso l’istituto di scienze religiose "Giovanni Paolo II" di Otranto. E’ direttore spirituale presso il Pontificio Seminario Regionale di Molfetta e docente di Teologia Morale nell’Istituto teologico pugliese aggregato. Dal ’99 è consulente etico della Confederazione regionale dei consultori familiari di ispirazione cristiana. Due le pubblicazioni: "Il Santuario della Madonna di Pompei in Castro Marina" (’88) e "La centralità di Cristo nella vita cristiana- Analisi del Magistero CEI negli anni ottanta" (’99). Il 13 Dicembre 2000: Papa Giovanni Paolo II lo nomina vescovo della diocesi di Molfetta – Ruvo - Giovinazzo –Terlizzi. La comunità di Depressa, nonostante i lunghi periodi di assenza per motivi di studio prima, e per motivi pastorali in seguito, vanta di avere il neoeletto vescovo come sua parte integrante; non dimentichiamo tutte le messe celebrate, i tanti bambini battezzati, i tanti penitenti assolti, i tantissimi giovani da lui uniti in matrimonio, i defunti da lui compianti e poi non dimentichiamo ancora la vasta schiera di giovani che egli ha educato alla fede con l’insegnamento di religione cattolica nelle scuole medie e con l’evangelizzazione in ambito parrocchiale; di lui non vogliamo e non possiamo dimenticare le splendide e profonde omelie che ci ha proposto da prete e che speriamo ci proporrà ancora da vescovo. Ci accingiamo a chiudere questa pagina di passato ricordando che d. Gino si è fatto benvolere da tutti: dal compianto mons. Luigi Erriquez (ex parroco di Depressa 1932- 1990) che lo ha visto nascere, crescere e diventare prete, da don Mario Ciullo (ex parroco di Depressa 1990 – 2000), e anche dall’attuale parroco, don Flavio Ferraro, con il quale ha stretto un ottimo rapporto. In questi giorni la comunità di Depressa è in fermento per gli ultimi preparativi in vista della consacrazione a vescovo (10 Marzo ad Otranto) e della 1° messa che don Gino celebrerà da vescovo nel suo paese natio (11 Marzo). Non ci rimane che augurare a don Gino un santo ministero, sperando che continui a ricordarsi di noi come ha già fatto in questi anni di presbitero. Tantissimi auguri d. GINO VESCOVO.

Joomla SEF URLs by Artio



By Parrocchia di Depressa - webmaster Pierino 347.5531973 Enzo 334.9033132